Mandese Francesca, Corsi di lingua e orientamento. È lo «Sprar» di Bari, creato dal Comune di Bari con Arci ed Etnie. Firmata la convenzione, il progetto prevede fino al dicembre 2019 un percorso di integrazione «assistito» per 39 richiedenti asilo

 

Sei in TERMINUS

 Rassegna Stampa Pubblicato il 11/01/2018
I corsi di lingua italiana, di orientamento legale e orientamento al lavoro, partecipazione ad attività di formazione, integrazione e impegno nel settore del volontariato. Per 39 richiedenti asilo e rifugiati provenienti da diversi Paesi dell’Africa e dell’Asia, la parola accoglienza e integrazione è ormai una realtà. E continuerà a esserlo fino al 31 dicembre del 2019. Due anni interi durante i quali continueranno a essere ospitati in piccoli gruppi all’interno di appartamenti in diversi quartieri di Bari e a beneficiare dello Sprar, il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati gestito da una Ats (Associazione temporanea di scopo) composta da Arci Bari (capofila) ed Etnie onlus.
Un progetto sostenuto anche dal Comune di Bari, che rinnova così il proprio impegno nel settore.

http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/bari/cronaca/18_gennaio_03/corsi-lingua-orientamento-sprar-bari-creato-comune-arci-ed-etnie-a1d966da-f082-11e7-b62c-bee66294036d.shtml