Di Renzo Manola, L'impresa sociale aiuta

"Italia Oggi", 20 dicembre 2017, p.39.

Sei in NOPROFIT

"Italia Oggi", 20 dicembre 2017, p.39.
 Rassegna Stampa Pubblicato il 28/12/2017
Gli ultimi anni di involuzione economica hanno visto lo Stato fare un passo indietro in diverse linee di intervento, a causa della difficoltà di riuscire a far quadrare i conti e di ridurre l'impressionante mole rappresentata dalla spesa pubblica. Ne è un esempio lampante il fatto che, a fronte di un aumento negli ultimi anni, dell'interesse per l'ambiente, tutela del paesaggio e del patrimonio culturale, nonché per l'investimento in ricerca e sviluppo e innovazione, sono ancora e soprattutto le imprese e gli enti non profit a generare il grosso dei finanziamenti impiegati. O ancora, per tornare alla crescita della disuguaglianza sociale: gli interventi pubblici si sono finora dimostrati incapaci di colmare il divario che si sta allargando sotto i piedi delle famiglie italiane. Ne consegue che di necessità hanno fatto virtù i cittadini italiani, i quali hanno cercato di riscoprire la solidarietà sociale. Questa genesi può essere una delle spiegazioni possibili per il fenomeno di crescita impetuoso registrato dall'imprenditoria sociale. Infatti, i soggetti che svolgono la propria attività in questo ambito sono aumentati costantemente. In particolare nell'ultimo quinquennio, secondo i dati disponibili dal Centro Studi Cnai.