Pensioni, reddito di cittadinanza e condono: ecco le misure della manovra

"ilmessaggero.it", 16 Ottobre 2018

Sei in REGIO

"ilmessaggero.it", 16 Ottobre 2018
 Rassegna Stampa Pubblicato il 28/12/2018
Riforma della Legge Fornero, introduzione anche in Italia del reddito e della pensione di cittadinanza, un primo passo verso la 'flat tax' e un pacchetto di misure che includono la cosiddetta pace fiscale nonché la sterilizzazione dell'Iva per 12 miliardi nel 2019: sono alcune delle norme contenute nei tre diversi provvedimenti (la manovra e due decreti legge) approvati ieri dal Consiglio dei ministri. Ecco le misure principali secondo quanto riportato dal governo: Confermato l'assegno da 780 euro, che potrà salire se si hanno figli o familiari a carico: andrà a chi cerca lavoro e risiede in Italia da almeno 5 anni; prevista la riforma dei centri per l'impiego; ok quota 100 per anticipare da febbraio l'uscita a 62 anni d'età con 38 anni di contributi; taglio delle pensioni sopra i 4.500 euro, nella quota non coperta dai contributi; la flat tax sarà al 15% e riguarderà con ricavi fino a 65.000 euro; l'Ires passa dal 24% al 15% per le imprese che reinvestono gli utili in assunzioni stabili o in macchinari; scompaiono Iri e Ace; per chi ha accumulato debiti con il fisco tra il 2000 e il 2017 si prevede una nuova definizione agevolata spalmata su 10 rate distribuite in 10 anni, prevista anche la possibilità di compensare i debiti con i crediti nei confronti della p.a.; si potrà sanare con un'aliquota al 20% il pregresso di chi ha già presentato la dichiarazione dei redditi, con la dichiarazione integrativa si potrà far emergere fino ad un massimo del 30% in più rispetto alle somme già dichiarate e comunque con un tetto di 100.000 euro per periodo d'imposta; fino a 2 miliardi di euro di risparmi grazie all'obbligo per le amministrazioni pubbliche di acquistare beni e servizi tramite Consip.